MAFIA & COMPLICI " Cosca dei Pidocchi " - Carlo Alberto DALLA CHIESA
MAFIA & COMPLICI " Cosca dei Pidocchi "

Carlo Alberto DALLA CHIESA

 

Intitolazione della Caserma del Comando Regione Carabinieri 'Sicilia' al Generale C.A. M.A.V.M. Carlo Alberto DALLA CHIESA

Palermo,03/09/2007

 

In mattinata, a Palermo, si è svolta la cerimonia di intitolazione della Caserma sede del Comando Regione Carabinieri "Sicilia" al Generale di Corpo d'Armata M.A.V.M. Carlo Alberto DALLA CHIESA, nella ricorrenza del 25° Anniversario dell'uccisione avvenuta il 3 settembre 1982, ove persero la vita anche la moglie Emanuela SETTI CARRARO e l'Agente di Polizia Domenico RUSSO.

Presenti le Autorità di Governo, i familiari del Caduto, tra cui il figlio Nando DALLA CHIESA, ed il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri Gianfrancesco SIAZZU, che sono stati accolti dal Comandante Interregionale "Culqualber", Generale Giuseppe BARRACO, dal Comandante della Regione Carabinieri "Sicilia", Generale Arturo ESPOSITO, e dalle massime Autorità regionali civili ed ecclesiastiche.

Un momento della cerimoniaDeposizione di una corona di alloro al busto del Generale DALLA CHIESA

 

L'evento è stato preceduto dalla deposizione di una corona di alloro al busto del Generale DALLA CHIESA, ubicato nell'androne sede del Comando Regione, cui hanno fatto seguito la S. Messa in suffragio nella Chiesa di S. Maria Monserrato e la deposizione di corone nel luogo dell'eccidio, in via Isidoro Carini.

Durante la cerimonia è stata rievocata l'intensa carriera dell'Eroe.

Successivamente ha preso la parola il Generale Gianfrancesco SIAZZU che ha rivolto il proprio commosso saluto al Generale DALLA CHIESA: "Noi non l'abbiamo mai dimenticato e per me oggi e' una grande emozione essere qui. L'Arma vuole rendere omaggio al supremo sacrificio delle vittime di quel barbaro eccidio e lo fa intitolando al nostro Generale questa prestigiosa Caserma".

Deposizione di una conona d'alloro sul luogo dell'eccidio in Via Carini

 

Il Comandante ha poi rivolto un caloroso pensiero anche "ai familiari di tutti i nostri caduti ed in particolare ai parenti delle vittime della strage. […] Per l'Arma dei Carabinieri e' stato un onore e un privilegio averlo annoverato tra le sue file. E' stato un eroe del nostro tempo. Pensavo a quando, da giovane Capitano, ho avuto il Generale DALLA CHIESA come comandante a Torino. Era il tempo della lotta alle "Brigate Rosse" e ricordo la sua determinazione, i suoi interventi incisivi, l'ammirazione che destava in tutti noi giovani ufficiali. DALLA CHIESA si e' distinto nell'impegno contro il banditismo e la mafia. Fu un acuto osservatore dei fenomeni sociali e delinquenziali, cosa che lo ha portato a introdurre nuove tecniche investigative perfettamente aderenti alla realtà del tempo. Il Generale DALLA CHIESA aveva senso dello Stato, spirito di giustizia, onestà e temperamento. E aveva un'istintiva generosità e profonda umiltà. E' una icona del nostro tempo che ancora oggi suscita ammirazione e rispetto non solo tra i militari dell'Arma". […] Ispirata da questa figura splendida - ha concluso - questa fantastica Isola può ancora trovare forza e coraggio per continuare a lottare contro ogni forma di illegalità e oppressione".

Successivamente ha preso la parola il figlio Nando DALLA CHIESA che ha ricordato come suo padre "ha amato tantissimo Palermo e questa Regione. Diceva che qui sarebbe tornato e così e' stato. In questa caserma e in questa esperienza siciliana, credo abbia imparato ad essere comandante di uomini nel senso più pieno. E oggi deve essere titolo per l'Arma e per le Istituzioni ricordarlo e additarlo come esempio".

Un momento della cerimonia

 

"Era un uomo che amava il confronto con la gente" ha aggiunto il Sottosegretario all'Interno Alessandro PAINO. "La nomina di DALLA CHIESA a Prefetto di Palermo mirava a valorizzare le sue capacità di coordinamento. Il suo operato contribuì a far radicare l'idea che la lotta alla mafia non andava portata avanti unicamente dispiegando le forze dell'ordine sul territorio, ma cercando di far convergere tutte le energie disponibili verso un obiettivo unico. Questa inversione di tendenza rispetto all'approccio corrente sul finire degli anni '70 coincise proprio con il sacrificio del Generale".

L'evento si è concluso sulle note della Fanfara dei Carabinieri, alla presenza del reparto d'onore schierato, allorquando la madrina della cerimonia Agnese BORSELLINO, vedova del magistrato Paolo, ha scoperto la targa d'intitolazione all'ingresso della Caserma.

 

10:33 PM - Thursday 13 September 2007 - Invia un commento

Mafia e politica per il Generale Dalla Chiesa...

Una folta rappresentanza di esponenti del Governo, delle Istituzioni civili, militari e religiose per intitolare, la Caserma del Comando Regione "Sicilia", al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, che venne nominato Prefetto Antimafia per arginare e frenare l'impeto mafioso, che nel 1982 stava devastando di morti la città di Palermo.
Eppure, lo Stato scelse il "prestigio" del Generale Dalla Chiesa, colui che infierì colpi durissimi al terrorismo brigatista, sino alla sua completa dissoluzione.
Uno Stato, che lo scelse per adempiere ad un incarico di assoluta pericolosità, e che come Generale si assunse l'incarico, pur sapendo che, determinati dettagli non erano ancora stati definiti, e che nel momento in cui avrebbe toccato determinati interessi, si sarebbe reso, ancora, più inviso da quella << famiglia politica più inquinata del luogo>>, che aveva legami diretti, o quantomeno, correlazioni pericolose con l'organizzazione mafiosa.
Da una parte la mafia perdente dei Bontade, dall'altra l'emergente mafia corleonese di Totò Riina: proprio quest'ultima indicò nell'operazione << Carlo Alberto>>, la tragica epopea del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Cosa, il Generale, tra le sue uscite pubbliche, e le dichiarazioni rese a mezzo stampa,aveva interesse di scoperchiare, senza remore alcuna, di sottrarsi al suo senso dello Stato, del dovere e delle responsabilità, con cui fare i conti di fronte al giudizio della gente comune,che da esso si aspettava moltissimo. Così com'era ai tempi della lotta al terrorismo.
Una simbiosi di mafia e politica, che dovette con il riconosciuto placido assenso di entrambi,condannare a morte il Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Chè per essere certi, che determinati intrecci non venissero mai saputi.
Appunto mai saputi...


Ettore Ferrero... - 11:50 PM - Monday 24 May 2010

Last Page Next Page
Descrizione
Questa “sporcizia” ha sempre usufruito dell’appoggio delle amministrazione , ha preparato a tavolino l’assassinio dei miei fratelli e quello mio , ma grazie a “DIO” e i miei cani che sono stati i miei “Angeli Custodi “ sono in vita ….. gestivano appalti , droga ,omicidi , estorsioni , intimidazioni , furti e tanto altro che verrà prossimamente alla luce….ma ne manca ancora “sporcizia” all’appello , aspettiamo ulteriori sviluppi…..tutti vedevano , tutti sapevano , tutti sanno .

«  April 2017  »
MonTueWedThuFriSatSun
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Home
Il mio profilo
Archivi
Amici
Album fotografico
Mafia & Complici
liliumjoker
MAFIA FOTO & VIDEO
liliumjoker-liliumjoker



Contenuti recenti
- Sant’Angelo Muxaro su FACEBOOK
- Processo Sicania 2: prima udienza a Palermo
- Bari, XIII Giornata in memoria delle vittime di Mafia: ''Siamo 100.000''
- Santa Elisabetta, nuovo arresto per Raffaele Fragapane
- VITTIME DELLA MAFIA BARI XIII giornata della memoria
- liliumjoker : Googlegrams
- LATITANTI RICERCATI
- LILIUMJOKER
- 2007 Un anno straordinario per i Carabinieri
- LE 10 MINCHIATE DELLA MAFIA - 'Dieci Comandamenti' Dei Boss Mafiosi VIDEO ARRESTO DI LO PICCOLO
- VIDEO MAFIA VIDEO OPERAZIONI ANTIMAFIA BONIFICA DEL TERRITORIO
- MAFIA, ARRESTATI BOSS SALVATORE E SANDRO LO PICCOLO
- VINCENZO VACCARO NOTTE
- Processo «Sicania» parlano due pentiti Putrone e Gagliardo
- Processo Sicania. Giudici in trasferta al Pagliarelli
- LILIUMJOKER MAFIA VIDEO CLIPS
- Carlo Alberto DALLA CHIESA
- Garlasco come Sant’Angelo Muxaro……..uguali e identici
- POVERA ITALIA
- Fontana saluta il Questore Zito
- FOTO DEI LATITANTI DI MASSIMA PERICOLOSITA'
- PROCESSO SICANIA PRIME CONDANNE
- Aveva contestato il fratello pentito
- Il colonnello Rodolfo Passaro, Comandante provinciale dei Carabinieri di Agrigento, nominato Capo della Dia di Palermo
- SICANIA I - SICANIA II FOTO & VIDEO liliumjoker
- PLAUSO da MONTALBANO - FRAGAPANI - CUSUMANO - ZAMBUTO - LUMIA - FONTANA - CUFFARO - VIZZINI - ALFANO "OPERAZIONE SICANIA 2"
- SICANIA 2 Operazione antimafia ad Agrigento
- Operazione SICANIA 2
- Mafia, Sikania 2 legata alla Sikania 1
- OPERAZIONE SICANIA 2
- Duplice omicidio Vaccaro Notte. Chiesta la condanna degli imputati
- MAFIA & COMPLICI
- SCUSATE IL RITARDO
- SANT’ANGELIKUS FA LA GRAZIA
- Padova - pentito suicida in carcere news
- PENTITO IMPICCATO
- Si e’ impiccato Mongiovi’
- 21 MARZO GIORNATA MEMORIA VITTIME DELLA MAFIA POLISTENA
- OMICIDIO VACCARO NOTTE
- Giuseppe Vaccaro ammette il duplice omicidio news
- VITTIME DELLA MAFIA " ONORE ALLA MEMORIA " ( FOTO )
- MAFIA AGRIGENTINA ( FOTO ) BOSS,KILLER,PENTITI ( FOTO ) SICANIA I E SICANIA II ( FOTO ) CAMORRA NDRANGHETA
- Boss, Killer , Pentiti , Latitanti ( FOTO )
- SANT'ANGELO MUXARO PANORAMA MIX
- PER CONTATTARMI
- liliumjoker VIDEO MAFIA VIDEO OPERAZIONI ANTIMAFIA BONIFICA DEL TERRITORIO
- IO E I MIEI FRATELLI ENZO E SALVATORE
- Enzo e Salvatore Vaccaro Notte
- OPERAZIONE SICANIA " COSCA DEI PIDOCCHI "